Shopping cart

0

Cart

  • 0 item

Nessun prodotto nel carrello.

All categories
 Final Fantasy 7 Rebirth: The Long Shadow of Shinra Walkthrough (Capitolo 11)

Nell’undicesimo capitolo di Final Fantasy 7 Rebirth, Cloud e Tifa scoprono che Nibelheim non è così abbandonata come pensavano.

QUI TROVATE UNA COLLEZIONE UNICA DI CARD DEDICATE A FINAL FANTASY VII REBIRTH

Dopo aver appreso della Black Materia nel capitolo precedente di Final Fantasy 7 Rebirth, Cloud e gli altri hanno scoperto da una delle figure vestite di nero che devono tornare a Nibelheim. Tuttavia, quando il gruppo arriva nella città natale di Cloud e Tifa, trova molto di più di quello che si aspettava fin dall’inizio. Si tratta di un capitolo più lungo, con molte sfide, boss e sorprese lungo il percorso. Ecco cosa vi aspetta all’inizio del Capitolo 11: La lunga ombra di Shinra.

Il ritorno a casa

Dato che vi trovate in una nuova regione, prima di continuare la storia, potreste sfruttare questo tempo per attivare alcune torri, raccogliere informazioni per Chadley ed esplorare un po’. Quando vi avvicinerete al luogo segnato dal waypoint blu, noterete qualcosa di strano. Nonostante le parole di Cloud e Tifa, Nibelheim non è solo rovine bruciate.

Al termine della scena, potrete esplorare Nibelheim e parlare con i vostri alleati. Per avanzare nella storia, recatevi all’hotel. Salite al piano di sopra e aprite la porta per attivare una scena tagliata. Continuate a parlare con i vostri alleati e con varie persone in città fino a quando non vi verrà notificato di fare il check-in con Cait Sith. Andate al municipio e guardate a destra per trovare Cait Sith che si lamenta mentre cerca nel database.

Trovare l’ispettore

Purtroppo, Cait Sith ha avuto poca fortuna nell’ottenere le informazioni di cui aveva bisogno. L’unico modo per ottenere l’accesso completo al database è entrare nella Shinra Manor, ma senza una chiave magnetica non è possibile. L’uomo con la chiave magnetica sta ispezionando il reattore, quindi dovrete trovarlo.

Al termine della cutscene, Tifa e Yuffie vi accompagneranno. Seguite il waypoint blu per raggiungere un ponte che non era accessibile durante il capitolo iniziale di Final Fantasy 7 Rebirth. Una volta attraversato il ponte di pietra, andate a sinistra e saccheggiate il forziere che contiene un’arma per Tifa. Continuate a sinistra e attraversate i due ponti. Dopo i due ponti, a sinistra, c’è una stazione di sosta e alcuni nemici a destra.

Uccidete i nemici e attraversate l’ingresso della grotta. Quando la grotta si apre, scendete a sud-ovest in un’altra area. Qui vedrete la Materia naturale che avete incontrato per la prima volta durante il primo capitolo. Da lì, andate a nord. Alla fine incontrerete una parete di roccia che potrete scalare. Lo stretto sentiero che conduceva al reattore non c’è più, ma Yuffie usa il suo rampino per creare una nuova via d’accesso.

Arrampicatevi sulla corda e proseguite verso la montagna. Eliminate gli Zu e continuate a seguire il sentiero davanti a voi. Vi troverete presto in un’ampia area sorvegliata da due Screamer. Uccideteli e poi arrampicatevi sulla parete di roccia. Spostatevi a destra per raggiungere una piattaforma che contiene un forziere. Saccheggiate il forziere per ricevere un’arma per Cloud. Una volta raggiunta la cima della prima parete rocciosa, ne incontrerete un’altra.

Su questa parete rocciosa si possono seguire due strade. Se si va a sinistra si trovano alcuni materiali da raccogliere. Se si va a destra, si prosegue verso il reattore. Mentre salite, cercate un piccolo sentiero laterale a sinistra che contiene un forziere con una X-potion. Continuate a salire sulla montagna seguendo il sentiero. Proseguendo, incontrerete un drago che sorveglia l’ingresso di una grotta.

Si tratta più di un mini-boss che di una vera e propria boss fight. Colpitelo con danni da ghiaccio, perché è il suo punto debole. Una volta morto il drago, attraversate il piccolo foro. Nella grotta troverete un ascensore non funzionante e tre tubi. Avvicinatevi ai tubi e scendeteli. All’inizio tutti i tubi conducono a zone diverse, ma alla fine si incontrano in un’altra piattaforma con altri tubi da scendere.

Come superare il recinto chiuso a chiave

Continuate a scendere fino a raggiungere un’area con una recinzione chiusa. Per superare questo punto, afferrate la scatola mobile e spingetela fino a quando non appare il simbolo blu in cima, che indica che è possibile scalarla. Percorrete la passerella fino a raggiungere un’area esterna. Qui c’è un terminale, ma al momento non è utilizzabile perché non avete ancora la chiave magnetica.

Attraversate invece la grotta e dirigetevi verso nord. Poco dopo troverete un ascensore che vi porterà in alto mentre Yuffie vi parla a voce alta. Una volta arrivati in cima, sarete arrivati al reattore. Fate buon uso della stazione di riposo e dei distributori automatici prima di procedere. Entrate nel reattore e usate l’ascensore per scendere più in basso, dove vi aspetta uno scontro con un boss.

Come sconfiggere la variante diabolica

Questa creatura mostruosa è debole ai danni da ghiaccio. Blizzara è molto utile in questo caso, quindi assicuratevi di averla equipaggiata (o Blizzard). Fin dall’inizio del combattimento, la Variante Diabolica ha un braccio tentacolare che può essere bersagliato. Distruggetelo per mettere sotto pressione il boss. Allontanatevi quando lancia Ensnare, poiché questa abilità non può essere bloccata. Periodicamente, la Variante Diabolica lancerà Firaga. Tenetevi pronti, perché questo incantesimo colpisce molto duramente.

Quando Diabolic Variant lancia Enshadow, l’intera area si ricopre di una nebbia scura e velenosa. Il boss si dividerà in due versioni diverse di se stesso. Concentratevi su quella che ha meno salute sul braccio o su quella che ha più pressione. Una volta che una delle due versioni è stata sfalsata, concentratevi su di essa e danneggiatela fino a distruggerla. Un’altra copia di Variante Diabolica si riprodurrà subito dopo, e anch’essa barcollerà quando l’originale sarà barcollata.

Avanti e indietro

Dopo che il boss è morto, attraversate la porta. Scendete la scala. In breve tempo, troverete la stanza in cui Sephiroth ha trovato Jenova. Avvicinatevi alla porta aperta per trovare la chiave magnetica. Al termine della cutscene, passerete a Cait Sith, Barret e Aerith.

Dirigetevi a nord verso il maniero di Shinra. Se avete bisogno di rifornirvi, c’è una stazione di riposo e distributori automatici proprio davanti al cancello di Shinra Manor. Quando siete pronti, attraversate il cancello ed entrate nel maniero. Girate a sinistra per entrare nella stanza con l’ascensore. Usate l’ascensore per scendere nel seminterrato. Naturalmente, il piano per trovare il terminale va presto a monte.

Cait Sith alla riscossa

L’intero gruppo finisce intrappolato in una cella, tranne Cait Sith che può passare attraverso il vicino condotto d’aria. Avvicinatevi al condotto d’aria e premete R2 per attraversarlo. Entrate nella stanza successiva e uccidete il nemico di guardia alla cella. Una volta fatto ciò, si otterrà un tutorial per evocare il moogle e usarlo per spostare scatole e altri compiti che sono troppo impegnativi per Cait Sith.

Raccogliete una delle scatole vicine e mirate al piccolo quadro elettrico sopra la cella a destra. L’interruttore sul pavimento genera altre scatole se si commette un errore e si esauriscono le scatole. Una volta che Aerith e Barret sono liberi, raccogliete un’altra scatola e lanciatela contro la scatola sul lato sinistro della stanza. Si apre una porta che consente di accedere a un forziere con un’arma per Cait Sith.

Percorrete il corridoio e affrontate il gruppo di nemici in agguato. Entrate nell’area successiva dove c’è una console che attiva l’ascensore. Naturalmente, l’ascensore si blocca e non scende fino in fondo. Per risolvere il problema, prendete una scatola vicina e mirate al tubo rotto sotto l’ascensore. Una volta rotto il tubo, l’ascensore sarà disponibile per l’uso. Salite con l’ascensore ed entrate nell’area successiva.

Nella stanza successiva a questa, ci saranno un paio di mostri che dovrete affrontare per primi. Dopodiché, passate attraverso il condotto d’aria a terra. Una delle macchine sulla parete ha un punto rosso incandescente. Purtroppo, il dispositivo che distribuisce le scatole è troppo in alto. Ogni scatola che si chiama giù si rompe all’istante. Per rimediare a questa situazione, andate nella stanza laterale con la cassa e tirate fuori la cassa con i sacchi nella stanza precedente.

Posizionatelo in modo che si trovi direttamente sotto lo scivolo da cui cadono le scatole. In questo modo le scatole non si romperanno. Puntate una scatola in quel punto e lanciatela per “aggiustare” la macchina e la porta si aprirà. Andate a est ed entrate nella stanza successiva.

Uno dei generatori si è guastato. Per risolvere il problema, prendete una delle scatole blu e lanciatela in modo che cada nella tazza rossa che ruota intorno al generatore. Quando sarete riusciti a effettuare questo lancio per due volte, la porta si aprirà. Oltre questa porta c’è un altro ascensore che vi porterà in alto. Ancora una volta, troverete un altro ostacolo che vi blocca il cammino: un generatore che è (ancora una volta) senza corrente.

Nelle vicinanze c’è un condotto d’aria blu, ma al momento è chiuso. Utilizzate l’interruttore vicino per aprirlo e poi entrate nel condotto d’aria. Al secondo piano troverete alcuni mostri, un forziere contenente etere secco e un condotto che vi porterà al terzo piano. Al terzo piano, ci saranno un condotto rosso e un condotto blu. Al primo piano potrete anche vedere l’interruttore che apre/chiude i condotti rosso e blu.

Raccogliete una scatola e puntatela sull’interruttore. Passate attraverso il condotto rosso per salire al quarto piano. In questa stanza ci sono due arbitri. Fateli fuori e poi azionate il terminale per attivare l’ascensore. Prima che l’ascensore si muova, dovrete gettarvi sopra alcune scatole.

Per essere più precisi, dovrete lanciare tre scatole sull’ascensore. Quindi, salite sull’ascensore e distruggete le scatole. Scendete dall’ascensore e azionate il terminale vicino.

Come battere lo Yin e lo Yang

Purtroppo, prima di poter procedere, dovrete combattere un mostro gigante chiamato Yin & Yang. Il problema è che avete solo un membro del gruppo, il che rende questo combattimento difficile. Fortunatamente, la mancanza di uomini è compensata dal fatto che Yin & Yang è molto più facile da mettere sotto pressione e poi da far impallidire. Una volta che Yin & Yang è stato messo in difficoltà, sarà molto più facile danneggiarlo. Usando la Magia Moogle per far uscire l’Evocazione equipaggiata di Cait Sith si può eliminare la maggior parte (se non tutta) della salute di Yin & Yang.

Una volta morto il boss, attraversate la porta e utilizzate l’ascensore. A metà strada, si viene interrotti da un minigioco. Avete un tempo limitato per distruggere tutte le casse che si trovano dall’altra parte della tromba dell’ascensore. Ognuna di esse vi darà diversi materiali che potrete utilizzare. Non è necessario distruggere tutte le casse per avanzare nella storia. Quando l’ascensore si ferma, si entra in un corridoio con una stazione di riposo e distributori automatici. Una volta pronti a procedere, attivate il terminale per far partire una cutscene.

Per superare la porta chiusa, è necessario trovare e inserire la password. Secondo Hojo, la password si trova da qualche parte nella stanza. Cercate i carrelli con sopra i sacchi e tirate indietro il secondo e il terzo per scoprire i seguenti numeri:

36 10 59 97

Inserite questo numero nella porta e questa si aprirà. Naturalmente, non ci si può fidare di Hojo. Appena varcata la porta, vi aspetta un’altra battaglia contro il boss.

Come sconfiggere il campione dimenticato

Questo mostro di grandi dimensioni si basa su attacchi fisici di grande impatto. Oltre agli attacchi in mischia, periodicamente sputa mako contro il gruppo. Dopo poco tempo, lo Specimen Dimenticato muterà e utilizzerà incantesimi come Biora. Questo non può essere schivato, quindi tenetevi pronti a curare il membro del party preso di mira con un antidoto o a lanciare Poisona. Oltre al veleno, lo Specimen dimenticato userà anche il sonno su un membro del party.

Una volta che lo Specchio Dimenticato avrà raggiunto il 50%, inizierà la seconda fase della battaglia. All’inizio lancerà Riflesso, che rimanderà indietro tutti i danni che cercherete di infliggergli. Il boss lascerà cadere anche una grande pozza verde al centro dell’arena, quindi assicuratevi di starne fuori. Con l’avanzare del combattimento, Forgotten Specimen lascerà altre pozze intorno all’arena, lasciandovi meno spazio per combattere. Il braccio e il tentacolo diventeranno bersagliabili durante questa fase. Il tentacolo è debole ai danni fisici, mentre il braccio è debole alla magia.

Distruggete entrambe le parti e poi concentratevi sul boss una volta che è stato scaglionato. Se riuscite a mantenere il gruppo in salute (e sveglio), non dovreste avere problemi a sconfiggere questo mostruoso esperimento.

La bara

Una volta terminata la scena, attraversate la porta che si è appena aperta. Usate l’ascensore per risalire e tornate a cercare il terminale. In breve tempo, vedrete il resto del gruppo che vi ha raggiunto. In questa stanza, troverete una serie di doppie porte di legno sulla sinistra. Apritele per entrare in una stanza con una bara. Quando Vincent Valentine emerge, ditegli che il vostro nemico è Sephiroth.

Dopo questa scena, lasciate la stanza e avvicinatevi alla porta con il logo della Shinra. Una volta entrati nella stanza, Cait Sith inizierà a cercare nel terminale. Cercate una porta aperta con un tubo incandescente a terra. Entrate in questa stanza e accederete a una prospettiva in prima persona. Muovendo la levetta sinistra, Cloud si dirigerà lentamente verso le macchine di questa stanza. Preparatevi a un combattimento, perché Vincent non vuole che entriate in quella stanza.

Come battere la Bestia di Galian

Vincent impazzisce e si trasforma. Nella sua forma di Bestia Galiana, Vincent colpisce molto forte. È debole al fuoco, quindi colpiscilo con Fuoco o Fira il più possibile. Occasionalmente, Galian Beast raccoglierà oggetti a caso nella stanza e li lancerà contro di voi, quindi tenetevi pronti. Quando Galian Beast smette di muoversi, è più facile colpirlo e iniziare a fare pressione. Dopo averlo fatto barcollare, scatenate tutte le abilità di interruzione dei limiti e di sinergia che avete a disposizione.

Quando Galian Beast raggiunge il 50% di salute, inizia ad attaccare più velocemente e a colpire più forte. Bloccate ed evitate quello che potete per ridurre i danni in arrivo e continuate a colpirlo con danni da fuoco per abbatterlo. Una volta sconfitto Galian Beast, entrate nell’ascensore e usatelo per tornare al primo piano. Lasciate il maniero per attivare una cutscene e tornate al villaggio. Anche se avete una nuova destinazione, non avete ancora finito questo capitolo.

Come battere Roche

Apparentemente non soddisfatto del loro precedente scontro nel quarto capitolo, Roche rintraccia Cloud per una rivincita. Proprio come in precedenza, questo scontro è uno contro uno. Questa volta Roche è molto più forte e non è facile sferrare attacchi contro di lui. Attaccatelo dopo che ha usato uno dei suoi attacchi speciali per fargli pressione.

Conservate le vostre abilità più forti, come il Colpo incrociato, per quando Roche è barcollato, poiché eliminano una parte significativa dei suoi HP. Al 20% di salute, Roche viene messo sotto pressione per il resto del combattimento, il che rende ancora più facile farlo barcollare. Continuate a colpirlo dopo che ha usato un attacco speciale e cadrà subito dopo.

Indagine sul fumo

Dopo una serie di scene tagliate, si torna a Nibelheim. Sebbene l’obiettivo sia quello di indagare sul fumo proveniente dalla pista d’atterraggio, c’è ancora molto da fare se non si è ancora pronti a passare al capitolo successivo. È disponibile anche una nuova missione secondaria, intitolata Il mio angelo dai capelli bianchi.

Una volta pronti a procedere, recatevi alla pista d’atterraggio e parlate con Cid. Purtroppo questo volo non è così tranquillo come i precedenti e l’aereo effettua un atterraggio accidentale sull’acqua all’ inizio del dodicesimo capitolo.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Releated Posts