Shopping cart

0

Cart

  • 0 item

Nessun prodotto nel carrello.

All categories
 Final Fantasy 7 Rebirth: Cosa fare dopo aver completato la storia principale

Chi si chiede cosa fare dopo aver terminato la storia principale non deve preoccuparsi, perché i giocatori potranno godere di numerosi contenuti post-game di FF7 Rebirth.

QUI TROVATE UNA COLLEZIONE UNICA DI CARD DEDICATE A FINAL FANTASY VII REBIRTH

Final Fantasy 7 Rebirth è tutt’altro che un gioco breve: la sola storia principale richiede più tempo di quella del titolo originale per PS1, nonostante copra solo un terzo del terreno. Per questo motivo, alcuni giocatori potrebbero ritenere di essersi già saziati nel momento in cui iniziano a scorrere i titoli di coda. Per coloro che non l’hanno fatto, tuttavia, in Final Fantasy 7 Rebirth ci sono molti contenuti post-game.

I giocatori che si chiedono cosa fare dopo aver terminato la storia principale hanno molte opzioni, dalla caccia ai Trofei e ai collezionabili all’affrontare alcuni super-boss di Final Fantasy ridicolmente potenti che fanno impallidire Emerald e Ruby Weapon. Il gioco offre alcuni suggerimenti fin dall’inizio, ma per coloro che sono alla ricerca di ulteriori ispirazioni, il seguente elenco di attività endgame di Final Fantasy 7 Rebirth dovrebbe rivelarsi utile.

Completate tutte le missioni secondarie

In Final Fantasy 7 Rebirth ci sono 36 missioni secondarie. La maggior parte dei giocatori probabilmente ne completerà un buon numero durante la prima partita, ma chi non lo fa può utilizzare il menu di selezione dei capitoli appena sbloccato per rigiocare quelle che ha perso. Questo è un ottimo modo per far salire di livello il gruppo e guadagnare ricompense uniche, tra cui i manoscritti necessari per potenziare le armi. Anche le missioni secondarie sono ricche di interesse, in quanto permettono di approfondire alcuni personaggi secondari e il meraviglioso mondo in cui vivono.

Ottenere la Materia di Gilgamesh

I giocatori potranno ottenere un Protorelic in ogni regione del gioco in stile open-world completando gli obiettivi Phenomemon Intel. Raccogliendole tutte si sblocca il percorso verso l’Isola di Gilgamesh, dove i giocatori potranno combattere il leggendario spadaccino Gilgamesh in una battaglia impegnativa ma molto divertente. Sconfiggendolo, si sbloccherà la Materia di evocazione di Gilgamesh, che può rivelarsi molto utile quando si affrontano alcuni dei più difficili contenuti post-game di Final Fantasy 7 Rebirth.

Ritorno al Colosseo dei Muscoli

I giocatori visiteranno il Musclehead Colosseum durante il Capitolo 12, come parte della storia principale, ma se tornano dopo aver completato il gioco, scopriranno che c’è una pletora di nuove battaglie a loro disposizione. Si tratta di battaglie a tre e a sei, che mettono i giocatori contro alcuni dei nemici più difficili del gioco. Non sorprende che queste battaglie post-game possano essere piuttosto difficili, ma le ricompense per averle completate rendono il gioco molto interessante.

Affrontare le sfide del simulatore di combattimento di Chadley

Se i giocatori sono davvero alla ricerca di una sfida, Chadley è l’IA senziente con cui dovranno parlare. Dopo aver sconfitto Gilgamesh, i giocatori avranno accesso a sei Sfide Brutali, tutte all’altezza del nome. Come per i combattimenti nel colosseo dopo il gioco, tuttavia, battere queste sfide può essere incredibilmente gratificante. Tra le altre cose, i giocatori possono guadagnare sfere aggiuntive di Materia Elementale e di Ingrandimento, oltre al fantastico accessorio Gotterdammerung.

Raccogli tutti gli 88 oggetti da collezione di Seaside Inn

Dopo aver completato la missione secondaria Saga of the Seaside Inn, i giocatori potranno esporre alcuni dei ninnoli raccolti nell’hotel di Johnny. Gli oggetti da collezione del Seaside Inn sono 88 in totale, la maggior parte dei quali sono ricompense per aver raggiunto il più alto grado possibile in alcuni minigiochi. I giocatori che hanno già completato tutti gli incarichi post-game di Final Fantasy 7 Rebirth avranno probabilmente già messo le mani sulla maggior parte di questi oggetti da collezione, il che significa che dovranno padroneggiare solo qualche altro minigioco e fare uno o due lavori saltuari per trasformare il Seaside Inn in un vero e proprio hotel a 7 stelle.

Giocare in modalità difficile

Come molti altri giochi moderni, compreso il suo predecessore del 2020, Final Fantasy 7 Rebirth ha una modalità Hard che può essere sbloccata completando la storia principale. Come suggerisce il nome, la modalità Hard rende le cose molto più difficili per i giocatori, aumentando le statistiche dei nemici, disabilitando gli oggetti e impedendo ai giocatori di ripristinare gli MP nelle panchine e nelle aree di sosta. Oltre a un trofeo, il completamento di tutti i 14 capitoli in modalità Hard ricompenserà i giocatori con una serie di manoscritti che conferiscono SP, rendendo questa modalità un must per chi spera di potenziare al massimo le statistiche e le abilità di ogni membro del party.

Sbloccare il Trofeo di Platino

In Final Fantasy 7 Rebirth ci sono 61 trofei. A questo punto, i giocatori dovrebbero aver già sbloccato la maggior parte di essi, quindi prendersi un momento per sbloccare gli ultimi sembra un po’ scontato. Con ogni probabilità, rimarranno solo lavori strani, come l’aumento del bonus di stagger al 300% o la macinazione degli ultimi livelli per raggiungere il livello 70, quindi la ricerca del Platino non dovrebbe richiedere troppo lavoro extra da parte del giocatore. Potranno poi indossarlo come un distintivo d’onore, sapendo che solo una piccola percentuale di giocatori ha raggiunto questa impresa finora.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Releated Posts