Shopping cart

0

Cart

  • 0 item

Nessun prodotto nel carrello.

All categories

Ashava è il primo boss mondiale di Diablo 4 che i giocatori possono sconfiggere per ottenere un prezioso bottino.

LISTA DEI PRODOTTI A TEMA DIABLO IV 4 QUI

Il boss Ashava di Diablo 4 è il fulcro della beta. La beta finora ha prodotto alcuni momenti incredibili per i nuovi giocatori e per quelli che ritornano al franchise, come l’incredibile cinematica di apertura, il primo dungeon o la visione di Diablo in uno stile open-world, i giocatori hanno sicuramente apprezzato il tempo trascorso a Sanctuary durante il primo weekend della beta. Ma il vero punto forte è il primo boss mondiale del gioco, Ashava il Pestilente.

Ashava offre ai giocatori la possibilità di combattere il boss più grande mai visto finora. Come previsto, Ashava è incredibilmente difficile da abbattere, soprattutto se lo si affronta da soli. Naturalmente, visto il numero di giocatori presenti in Diablo 4, c’erano sempre decine di giocatori pronti ad aiutarvi a eliminare il boss.

Fortunatamente per chi non è riuscito a battere Ashava o sta giocando per la prima volta a Diablo 4 durante l’open beta, il boss mondiale tornerà per il secondo weekend a partire dal 25 marzo. In questa guida vi spiegheremo dove trovare Ashava, quali sono gli orari e le date di spawn e alcuni consigli su come battere il boss mondiale.

Dove trovare Ashava

Per sfidare Ashava, dovrete probabilmente essere di livello 25, che è il livello massimo della beta. Ashava è di livello 25 e si trova in una zona di livello 25, quindi se siete di un livello inferiore, vi troverete immediatamente in svantaggio.

Per trovare Ashava, è necessario recarsi al Crogiolo, un’area situata direttamente a est di Kyovashad. È la regione orientale più lontana che si può visitare nella beta. Per arrivarci più velocemente, potete utilizzare il Waypoint Yelesna, se lo avete scoperto. 

Se state sfidando Ashava in un giorno in cui si riproduce, un indicatore di missione apparirà in questa regione 30 minuti prima dell’arrivo del boss mondiale. L’indicatore mostrerà quanto tempo avete a disposizione per raggiungere il luogo e tutte le ricompense che potrete ottenere sconfiggendo Ashava.

Quando nasce Ashava?

A proposito di spawn di Ashava, il secondo weekend della beta di Diablo 4 avrà quattro diversi orari di spawn per il boss mondiale. Gli orari e le date sono visibili qui sotto:

  • Sabato 25 marzo: 10 AM PT / 1 PM ET
  • Sabato 25 marzo: 12 PM PT / 3 PM ET
  • Sabato / domenica 25 / 26 marzo: 10 PM PT / 1 AM ET
  • Domenica 26 marzo: 12 AM PT/ 3 AM ET

Per la maggior parte dei giocatori, la giornata di sabato 25 marzo potrebbe essere il momento ideale per battere Ashava. Tuttavia, anche le ore tarde del 25/26 marzo offriranno ai giocatori con fuso orario diverso da quello degli Stati Uniti un tempo ragionevole per affrontare Ashava. Se perdete una di queste quattro fasce orarie, è probabile che non possiate sfidare di nuovo Ashava fino all’uscita completa di Diablo 4, il 6 giugno 2023.

Battere Ashava

Ora è arrivato il momento di sconfiggere Ashava il Pestilente e di ottenere tutto il bottino che ne consegue. Sfortunatamente, i giocatori non potranno semplicemente superare questo combattimento in scioltezza. Il primo boss mondiale di Diablo 4 è assolutamente spietato e può uccidere con un colpo solo alcuni giocatori se non stanno attenti. Se volete evitarlo e battere Ashava in un tempo ragionevole, avrete bisogno di aiuto.

Per cominciare, Ashava è un boss enorme che non ha punti deboli prestabiliti, quindi potete benissimo attaccarlo in qualsiasi punto del suo corpo. Inoltre, non sembra particolarmente suscettibile a nessun tipo di attacco, quindi utilizzate l’attacco elementale o l’arma con cui vi sentite più a vostro agio o che produce il maggior numero di danni per la vostra build.

Il vostro obiettivo principale, tuttavia, non sarà quello di attaccare Ashava. Con ogni probabilità, molti altri giocatori vi aiuteranno a sconfiggere Ashava, il che significa che il boss subirà sempre danni da qualcuno. Per rimanere in vita, dovrete innanzitutto concentrarvi sullo schivare le numerose e potenti mosse di Ashava. Il boss di solito inizia con un attacco alla testa o con un attacco con fendente ad ampio raggio che può uccidervi con un colpo solo se i vostri HP non sono abbastanza alti. Se avete una struttura a distanza, lanciate qualche evocazione e imparate a conoscere i segnali che indicano quando Ashava eseguirà ogni attacco. Dovrete stare molto indietro per evitare il già citato attacco con fendente e i numerosi attacchi a terra che il boss sferrerà.

A un certo punto del combattimento, Ashava cercherà di aggrapparsi a voi e di avvicinarsi alla vostra posizione. Per questo motivo è importante cercare di rimanere sempre dietro Ashava. Se riuscite a stare dietro la sua struttura massiccia, riuscirete a evitare meglio gli attacchi ravvicinati del boss. Tuttavia, mentre vi muovete intorno al boss, dovete anche fare attenzione alle numerose pozze di veleno che Ashava lascia. Se le calpestate, verrete colpiti con danni consistenti. Si consiglia di evitarle del tutto o di schivarle per non subire danni.

Durante il tempo in cui non si schivano o si manovrano gli attacchi di Ashava, si vuole infliggere il maggior numero di danni possibile. Non siate però troppo avidi e non perdete la vostra posizione; attaccate solo quando ritenete che ci sia un vuoto negli attacchi di Ashava o che il boss sia concentrato su altri giocatori. Le evocazioni, come l’Idra per gli Stregoni, sono un ottimo modo per infliggere danni passivi ad Ashava, consentendovi di concentrarvi su altri tipi di attacchi e di non subire danni.

Un altro aspetto del combattimento da tenere d’occhio è il timer. È probabile che subirete più di qualche morte nel tentativo di imparare lo schema di attacco di Ashava, ma assicuratevi di non perdere tempo durante il combattimento o durante il ritorno al campo di battaglia, perché il timer può davvero insinuarsi in voi. Dato che probabilmente avrete un gruppo di altri giocatori che cercano di raggiungere lo stesso obiettivo, di solito non dovrete preoccuparvi del timer. Tuttavia, è bene ricordare che è presente.

Infine, vi consigliamo di provare a cambiare le vostre abilità se vi accorgete di morire continuamente. Magari equipaggiate abilità più difensive o passive invece di quelle incentrate sui DPS. In questo modo il combattimento potrebbe durare più a lungo, ma almeno non dovrete bruciare le cariche di pozioni di salute ogni due secondi.

Alla fine, ogni giocatore avrà una build diversa con vari modi per sconfiggere Ashava. Utilizzate ciò che ha funzionato fino a questo momento in Diablo 4 (o passate ad abilità più difensive se il combattimento non sta andando bene), imparate gli attacchi e gli schemi di Ashava e date priorità all’evitare i danni piuttosto che cercare di attaccare troppo. Se seguite questi principi generali, dovreste essere in grado di uccidere Ashava il Pestilente.

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Releated Posts